[THREAD UFFICIALE] Pied Piper

Visto che non si vive di solo JoJo, ecco un'area in cui parlare liberamente di qualsiasi altro fumetto che non sia stato scritto dal maestro Araki.

Moderatori: Trish, Darsch, JoJo, Ryo

[THREAD UFFICIALE] Pied Piper

Messaggioda Alyce » 22 ott 2006, 12:53

Siamo in Giappone, in un futuro che potrebbe non essere molto lontano da noi. I protagonisti sono dei ragazzi che nulla hanno di normale: Natsuhiko è sempre vestito di nero, porta sempre con sè il flauto traverso che avrebbe dovuto imparare a suonare se non avesse perso il mignolo della mano destra, dorme stringendosi al collo le lenzuola e non è molto eloquente; Nylon, un americano trapiantato in Giappone, che ha viaggiato con la madre un pò per mezzo mondo, ritrovandosi parenti ovunque, gira sempre con dei rollerblade ai piedi, è un mezzo punk, spesso e volentieri, durante le scazzottate, perde l'apparecchio per i denti, che sua madre si preoccupa sempre che lo indossi, e quando s'arrabbia parla mezzo cantonese e mezzo americano; Yong Yi, coreano, va sempre in giro con Nylon, è un ragazzo sensibile, gentile e piuttosto pacato; Akihiro, che dopo aver scoperto le sue origini coreane, preferisce essere chiamato con la lettura coreana del suo nome, Myong Ho ; e infine Takahashi, capo di una banda che si fa chiamare 357, col compito di "ripulire le strade dai germi". I germi in questione, come spiegherà lo stesso Takahashi alla giornalista Jun Matsuyama, sono i ragazzini delle medie che ormai hanno il controllo della città e che non esitano a comportarsi da bestie.
I cinque ragazzi in questione, nel primo volume, dovranno vedersela con l'attentatore di uno di loro, Takahashi, trafitto dalla freccia scoccata da una balestra. Nylon e Yong Yi non si danno pace, mentre Natsuhiko sembra avere qualcosa a che fare con il presunto suicidio di Takahashi (che non era morto per la freccia) e con l'attentatore, un ragazzino biondo sordomuto. Perchè Natsuhiko mostra un messaggio alquanto ambiguo al ragazzino, sostenendo che "Una delle promesse l'ha mantenuta"? Forse Natsuhiko era già al corrente di ciò che sarebbe successo a Takahashi? E davvero Natsuhiko è stato in grado di uccidere uno dei suoi amici...staccandogli la lingua?


Ciò che colpisce subito, di Pied Piper, è il tratto pulitissimo e molto chiaro dell'autrice Trawar Asada, le brevi battute, il linguaggio "moderno". Molte vignette si possono capire grazie a uno sguardo o un gesto, per questo necessita di essere riletto più di una volta, per capirlo. Pied Piper non è un manga per tutti. Chi conosce MPD-Psycho, allora non rimarrà molto "scandalizzato". Ma chi non è abbstanza "malato", potrebbe rimanerne sorpreso o deluso. Io non appartengo a quest'utlima categoria di persone.
Purtroppo ha un costo piuttosto elevato, 6,80 €, e il fatto che sia edito dalla d/Books (la stessa casa editrice di Devilman, Amon, Cutie Honey e tutte le altre saghe di Go Nagai), abbia una sovracopetina e delle pagine che sembrano plastificate, non giustifica il prezzo.
Chi ha 6,80 € da spendere e vuole provare a vedere se gli piace Pied Piper, buon per lui. Io non sono rimasta delusa. ^_^
You are, have always been and always will be, my quest.
Avatar utente
Alyce
Recensionista Ufficiale
Recensionista Ufficiale
 
Messaggi: 3603
Iscritto il: 19 gen 2003, 12:29
Località: Milano.

Torna a Altri fumetti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron