Giorno, Jotaro e Josuke VS. Okuyasu, Narancia e Polnareff
[scritto da Izuna]

I sei combattenti decidono di dividersi i ruoli. Jotaro combatte così contro Okuyasu, Giorno contro Polnareff e Josuke contro Narancia. Jotaro usa Star Platinum e ferma il tempo quanto basta per sbattere Okuyasu ad un palo e macellarlo con Horahorahora, quindi corre in aiuto di Josuke, che ha qualche problema contro Narancia. Infatti, nonostante Crazy D sia veloce e capace di fermare i proiettili, le raffiche di Aerosmith riecono ad infliggergli qualche danno. Intanto, Giorno e Polnareff (purtroppo non conosco i poteri dei loro stand Requiem) stanno lottando, ed il velocissimo spadaccino sta infilzando il nemico, il cui stand non riesce a ripararsi tutti i buchi così velocemente. Narancia sta per sparare nuovamente, ma questa volta Josuke si butta letteralmente in mezzo ai proiettili (beh, solo un braccio però) e cade addosso a Narancia. I proiettili distruggono l'asfalto (il combattimento si svolge per strada) ed il sangue di Josuke li macchia. Usando lo stesso trucchetto del combattimento contro Kira, riesce quasi a colpire Narancia, ma in quel momento Jotaro arriva urlando "Josuke qua ci penso io, tu aiuta Giorno", e fermato il tempo aveva provveduto a prendere a pugni il portatore di Aerosmith, facendolo volare altrove, ma trovandosi sulla traiettoria dei frammenti di asfalto. Il povero sfigato viene colpito così sia da quelli che dalla raffica di proiettili che Narancia aveva sparato quando Josuke si era spostato per farlo colpire dai pezzi di asfalto uniti al sangue. Nel frattempo, Josuke arriva da Giorno e col suo potente stand tira un cazzottone a Polnareff e Giorno ne approfitta per guarirsi le parti mancanti, poi cura quelle di Josuke ma Polnareff torna alla carica. Giorno viene infilzato di nuovo ma dice "vai da Jotaro è in una situazione peggiore" Josuke torna da Jotaro, sentendosi lo schiavo di tutti, e lo cura. Ma... non è Jotaro ad alzarsi in piedi tranquillo, bensì Okuyasu che cancellando lo spazio aveva portato Josuke e Jotaro accanto a sè proprio mentre il JoJo della 4° serie stava per curare il nipote... e si fa curare al posto di Jotaro. Approfittando della sorpresa di Josuke, Okuyasu cancella l'intera anca di Jotaro, certo che sia lui il più forte. Giorno invece, dopo aver trasformato il cancelletto dietro di lui in pianta, si è buttato dentro il giardino che esso chiudeva, e quando il francese Polnareff si butta anche lui, lo fa tornare al suo stato originario... *STOCK* una testata memorabile. Cerca quindi di scavalcare il cancello, mentre Giorno fugge dietro la casa. Entrato, Polnareff si ritrova a dover uccidere un esercito di serpenti e di rane creato da Giorno, ed in grado di rimandare indietro, amplificandolo, qualsiasi attacco... dopo il vantaggio iniziale il disgraziato portatore di Silver Chariot è in crisi! Ma intanto, le altre due persone ad essere in crisi sono Jotaro e Josuke, dalla parte opposta della strada. Jotaro è messo male, e anche se fermasse il tempo non sarebbe in grado di arrivare a spappolare Okuyasu. Josuke non può far nulla col suo trucchetto del sangue e dell'asfalto (o vetro), perchè lui stesso ha curato il nemico, che si trova ora a distanza di sicurezza. Curato Jotaro, che non riesce comunque a camminare a causa della gamba, pensa ad un modo per battere The Hand senza rimanere ferito, perchè il compagno capace di guarirgli le ferite è troppo lontano. Okuyasu, che sembrava il più debole, si è rivelato più forte del previsto... evidentemente è un errore dei JoJo sottovalutare gli avversari più stupidi (come contro Pesci e Prosciutto, o contro Secco e Cioccolata...). Ed ecco l'idea geniale: o la va o la spacca. Josuke comincia a correre contro Okuyasu, deciso a farla finita. Si rende perfettamente conto che se il nemico lo colpisse in un punto vitale sarebbe la fine, perchè Giorno non arriverbbe in tempo, ma sa anche che il suo stand è cento volte più veloce di quello nemico. Con un Dhordhoradhora Crazy D distrugge il palo per spararne i pezzetti contro Okuyasu, che non ha idea di come fare per fermarli tutti. Riesce a cancellarne alcuni con una manata, ma altri gli si conficcano in corpo. La cosa in sè non sarebbe troppo pericolosa... se il palo non si rigenerasse. Infatti ecco che il palo si ricostruisce proprio nel petto di Okuyasu che viene schiacciato. La vittoria è di Josuke! Lasciando Jotaro a terra, corre verso il giardinetto dove Giorno e Polnareff erano scomparsi, ma ad un tratto viene crivellato di colpi. Chi ha detto che Narancia era morto? Josuke cade a terra mezzo morto, e Narancia con il suo Aerosmith si dirige, strisciando verso il cancelletto... dietro al quale nessuno sa cosa sta succedendo. Attirato dagli spari, Giorno cerca di vedere cosa succede fuori dal muro di cinta che circonda il giardino, e così facendo viene scovato da Polnareff, che era ormai in casa per trovare un uscita sul retro. Giorno, curatosi, trasforma il muro nuovamente in pianta, esce, lo ritrasforma in muro e mentre Polnareff apre il cancello si dirige di volata verso Josuke per curarlo, ma sembra troppo tardi. Incavolato ma sempre calmo, il nostro caro amico si dirige verso Narancia e Polnareff, riunitisi insieme. Il primo non è più in grado di combattere, dopo lo scontro con Jotaro, ma probabilmente pùò sempre sparare... Polnareff non fa complimenti e si butta sul nemico, mentre Narancia fa avanzare lentamente Aerosmith. Giorno scappa ed arriva fino al cadavere di Josuke. Si china su di esso. Ed improvvisamente... Josuke scompare. Giorno si gira, con sguardo freddo e risoluto. Le mani strette a pugno. Corre verso Polnareff, che con il suo fioretto lo infilza, mentre lui cerca di pararsi con Gold E. E ad un tratto apre la mano destra, con la quale non si era ancora difeso: un piccolo criceto rimanda indietro il colpo a Polnareff, che si ritrova con un buco nello stomaco. Scioccato, Polnareff rimane fermo come un ebete per pochi secondi, durante i quali la mano destra di Gold E penetra nel buco della sua pancia e ci lascia il piccolo criceto... che torna allo stato originale. Josuke spappola dall'interno Polnareff, che muore. Ormai solo Narancia è vivo. Giorno sa però che il suo gruppo ha vinto. Non che lui ha vinto. Si abbatte su Narancia che spara una raffica di proiettili, la quale va perfettamente a segno. Giorno vola per qualche metro... il volo sembra piuttosto volontario. Ed infatti Giorno è arrivato proprio dove c'era Jotaro, che si era trascinato fino al luogo della battaglia (o quasi). Gli cura la gamba, Jotaro si alza, si dirige verso Narancia, usa Star Platinum... e... Horahorahorahorahora!!! Quasi nulla di Narancia rimase. Intanto, Giorno riesce a curarsi... è riuscito a sopravvivere. La squadra dei tre JoJo ha vinto, dimostrando la potenza dei loro stand.